Wednesday 08th of July 2020




2012- dispensario? meno male che c'è! PDF Stampa
Scritto da Agostino Trussardi   
Domenica 22 Luglio 2012 10:36

1441317 10201706870610822 822663054 nSilvia mi sorride tutti i giorni, dopo che l 'ho salvata dalla malaria cereblale.

Grazie a Mauro, un dottore italiano che alloggia con me alla casa

del volontario, sono riuscito a trasportarla in ospedale e a curarla.

La bambina si è salvata!
Adesso, quasi tutti i giorni, vedomi, sorride.
Sono queste situazioni di sofferenza che mi danno la forza di
aiutare questa gente povera, sapendo che i miei cari che in cielo mi aiutano.
 
964305 10201706891891354 912993667 o
 e mail di Agostino 
23-04-212 un giorno sono stato in un villaggio a prendere la legna per asilo.
 Mentre la caricavo, in parte a me avevo un bambino con uno straccio intorno al collo .
Lo scopro per vedere cosa aveva.
Mi sono spaventato!
Aveva una piaga da far paura su tutto il collo  e metteva lo straccio per non far attaccare le mosche.
Gli chiedo cosa si era fatto.
Mi dice che si era addormentato vicino al fuoco ed era caduto dentro, tirandosi sopra una pentola di acqua bollente .
L'ho portato in ospedale  -circa una 20 kilometri di strada sterrata - l ' ho fatto medicare e, per una decina di giorni ,l'ho accompagnato a fare le medicazioni 
 
1461753 10201706897531495 1069521984 n
 
la mia guardiana mi dice che è morto un bambino dell'asilo.
Subito, con lei, sono andato a vedere cosa fosse successo.
Arrivati al villaggio tutta la gente mi viene incontro, mi stringe la mano in segno di riconoscenza per essere lì.
Mi indicano la mamma . Sta seduta vicina all'albero, immobile, con il  bambino in braccio, avvolto in una stoffa .
Avevo un dolore dentro, ma mi sono avvicinato perchè volevo farle le condoglianze .
Mi avvicino e in ginocchio la abbraccio.
Lei toglie il velo dal volto del bambino ed io rivedo il mio Mauro, accanto a mia moglie che lo piange e lo accarezza chiamandolo, quasi per volerlo richiamare in vita.
Solo chi vive la perdita di un figlio sa quanto sia profonda la ferita di un dolore che non ti lascia tregua e ti segna per sempre!
Di fronte alla malaria, che  in tre giorni ha ucciso quel piccolo,ho trovato ancor più determinazione nel volere ad ogni costo un ambulatorio nel villaggio di Toleza.
Curare un bimbo affetto da malaria costa circa  un euro /50! Meno di un cono di gelato!!
Perdere la vita per cosi poco non è umano!
 
 
L'ambulatorio ora è finito, grazie alla generosità di tante persone che con me l'hanno pensato e voluto.
Aspetto l'autorizzazione sanitaria per poterlo apriredispensarioe per offrire un servizio che sarà ancora una volta possibile perchè sostenuto dagli amici italiani che mi conoscono e che non mi lasciano solo sotto il bellissimo cielo africano

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Luglio 2016 17:08
 

Powered by Zeramico - Fotolia.com - (C) Claire Leguillochet